5 di 6: immersione ai Tralicci. Esperienza subacquea nell’Adriatico.


Questo quinto punto d’immersione dell’alto Adriatico che presentiamo oggi prende il nome di “Tralicci” per via dei basamenti che si trovano nel luogo e che creano il luogo da visitare sott’acqua.
I Tralicci si trovano precisamente a Porto Corsini (RA) e si tratta di un vecchio pozzo metanifero dell’Agip, dismesso dalle sue normali attività a causa di affondamento ed impossibilità a continuare i lavori.

Date le profondità del punto d’immersione dei Tralicci (profondità minima 9 metri e massima di 26 metri), è chiaro che ha la possibilità di attrarre anche subacquei alle prime esperienze, sempre accompagnati da istruttori.
L’immersione subacquea è facilitata dalla presenza di una boa e di una cima per facilitare la risalita. La durata dell’immersione e delle parti visitabili sott’acqua, fermo restando la vostra disponibilità di ossigeno in bombola, si aggira attorno ai 40 minuti.

La struttura del relitto Tralicci si presenta con 3 enormi basamenti di piattaforma metanifera posti a sul fondale uno a fianco all’altro, formando una “L”.
Ogni traliccio ha un diametro di circa 100 mt e sono collegati tra loro da cime. Ogni traliccio a sua volta è formato da enormi tubi in ferro del diametro abbracciabile da tre persone.

Per la gioia dei subacquei, in uno di questi tralicci, sono stati lasciati: paracolpi, scale, passerelle, terrazzamenti sospesi, come in un enorme edificio sottomarino.
L’immersione subacquea ai tralicci rappresenta quindi un tipo di esperienza in un reef artificiale: i tralicci infatti, dopo l’affondamento del vecchio pozzo metanifero, invece di venir demoliti, sono stati depositati appositamente per la felicità dei sub locali.

Sul relitto Tralicci si possono ammirare: sgombri, palamiti, pesce azzurro in generale, corvine, cefali, spigole, branzini, mitili, ostriche, gronchi, astici, granceole, bellissime stelle serpentine e castagnole che mangiano tranquillamente dalle mani dei sub!

C'è 1 comment

Add yours