Il Benessere di Suna e Bagno Turco


Per sfruttare al meglio i benefici della sauna e del bagno turco ecco alcuni consigli su come e quando praticarli:

  • Nella sauna il calore secco oscilla tra gli 80° e i 100° e l’umidità non arriva al 15 per cento.

I benefici: stimola l’esercizio del sistema cardiovascolare, perchè l’alta temperatura incentiva il metabolismo muscolare e rinvigorisce il cuore, dilatandone i vasi capillari ed aumentandone il ritmo cardiaco; elimina le tossine; apre i pori e combatte le impurità cutanee, rendendo la pelle luminosa e i tessuti più elastici; libera le vie respiratorie; allevia i dolori articolari e quelli osseo-muscolari; riduce cellulite ed adiposità, prepara il corpo ad altri trattamenti (massaggi o applicazione sulla pelle di prodotti idratanti).

  • Il bagno turco o hammam, invece, è un bagno di calore umido, nel quale la temperatura non è uniforme: a terra 20°-25°, a un metro e mezzo di altezza circa 40° e a livello della testa 50°.

I benefici: stimola la circolazione sanguinea e i sistemi nervoso ed ormonale; l’hammam in particolare favorisce l’ossigenazione e la revitalizzazione dei tessuti; ritarda il processo di invecchiamento cutaneo; dilata i pori facendo traspirare la pelle ed eliminando le tossine; inumidisce le vie respiratorie, costituendo un valido aiuto in presenza di raffreddori, tosse, bronquiti e sinusiti; allevia i dolori mestruali; adatto per gli adolescenti con problemi di acne.

Controindicazioni: l’alta temperatura dei bagni di calore possono duplicare il ritmo cardiaco perciò è sconsigliato alle persone anziane, alle donne in gravidanza, a chi soffre di ipertensione ecardiopatie, a chi presenta problemi di vene varicose, dermatiti, malattie gravi ai bronchi, si soffra di epilessia, anoressia o coliche renali.